Registrazione Imprese Alimentari – (SCIA)

   R                                                                                                                    

Tutte le attività di produzione, trasformazione, trasporto, magazzinaggio, somministrazione e vendita sono soggette a procedura di registrazione tramite S.C.I.A., qualora non sia previsto il riconoscimento ai sensi del Regolamento 852 e 853/2004. Ogni operatore del settore alimentare deve quindi segnalare all’autorità competente, al fine della registrazione, ogni stabilimento posto sotto il suo controllo, laddove per stabilimento si intende ogni unità di un’«impresa alimentare» a sua volta definita come “ogni soggetto pubblico o privato, con o senza fini di lucro, che svolge una qualsiasi delle attività connesse ad una delle fasi di produzione, trasformazione e distribuzione degli alimenti” (art. 3 del Reg. 178/2002). Sono registrati e quindi sottoposti a controllo ufficiale ai sensi del Regolamento 882/2004 anche tutti gli stabilimenti di produzione primaria che non sono soggetti a riconoscimento ai sensi dei Regolamenti 852 e 853/2004, con l’esclusione di quelli finalizzati alla produzione di alimenti per il solo consumo domestico privato.

Iter segnalazione:

Le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni concernenti le attività ed i relativi elaborati tecnici e allegati sono presentati esclusivamente in modalità telematica al SUAP competente per il territorio in cui si svolge l’attività o è situato l’impianto Il titolare dell’impresa alimentare o del mezzo di trasporto, quindi, invia la segnalazione di inizio attività in modalità telematica al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del Comune in cui ha sede tale attività o in cui è residente (nel caso di mezzo di trasporto e può iniziare l’attività a seguito del rilascio della ricevuta da parte del SUAP. Il SUAP a sua volta provvede all’inoltro telematico della documentazione alle altre Amministrazioni che intervengono nel procedimento le quali devono adottare modalità telematiche di ricevimento e trasmissione. Nelle more della definizione di appositi accordi di servizio tra i SUAP e la Regione Basilicata, le Segnalazioni verranno trasmesse utilizzando la PEC e successivamente tramite cooperazione applicativa (Art. 10 dell’allegato specifiche tecniche del DPR 7 Settembre 2010, n. 160).

N.B. – L’importo relativo alla SCIA è di € 50,00 per inizio attività; di € 25,00 per variazioni semplici. L’importo per i pareri preventivi è di € 39,00 ( per i primi 100 mq e di € 8,00 per ogni 20 mq in più oltre i primi 100 mq.).

  • Gli importi dovranno essere versati sul c.c. n. 001031703190 intestato a ASP Dipartimento di Prevenzione Salute Umana SIAN

Per ulteriori informazioni è opportuno contattare gli uffici preposti presenti nelle varie sedi dell’ASP:

  • VENOSA – Via Roma – tel. 0972/39500 – fax 0972/32705
  • POTENZA – Via Ciccotti – tel. 0971/310387- 0971/310321
  • VILLA D’AGRI – Via C. Colombo – tel. 0975/312445
  • LAGONEGRO – Via Piano dei Lippi 1 – tel.0973/48550

 

Vai alla pagina della modulistica SCIA

Torna a SIAN