Buona sanità: durante la pandemia l’Ospedale di Venosa “fiore all’occhiello” della sanità

Data arrivo lettera/mail di encomio e/o pubblicazione sui media
12/4/2021
Servizio coinvolto
Cittadino/Ente/Altro
[lettera, mail e telefonata]
La struttura ospedaliera San Francesco di Venosa è più che un semplice ospedale. Gli operatori sanitari non sono solo medici, infermieri o OSS. Qui non abbiamo trovato solo assistenza medica; qui abbiamo trovato una famiglia e persone che amano il proprio lavoro. Ci siamo sentite a casa, coccolate e comprese. Oltre alla professionalità del personale, all’accoglienza, alla pulizia del luogo e alla bontà del servizio mensa, abbiamo trovato persone in grado di gioire e di soffrire con gli ammalati e, forse, questo ha agito, più di ogni altra cosa, sulla nostra guarigione. Molto spesso, nella frenesia dei protocolli terapeutici, si trascura il sostegno psicologico, eppure, anch’esso è fondamentale. Speriano che questo ospedale possa continuare ad essere operativo, anche dopo la fine della pandemia. La struttura ospedaliera di Venosa è un fiore all’occhiello nella sanità della nostra regione, un modello da seguire e a cui ispirarsi” [Lettera firmata da due utenti ricoverate]