Controllo di Gestione: Il rapporto relativo al I semestre 2021

Il Covid ha stravolto i modelli sanitari regionali e la pandemia è arrivata come uno tsunami. Per questo il nuovo il sistema sanitario regionale sarà ridisegnato ripartendo dal territorio. Anche se qualche struttura sta facendo fatica e alcuni territori rischiano qualche limitazione, anche per la necessità di trasformare alcuni ospedali in centri Covid, trattasi di alcuni episodi in via di superamento. Adesso la nostra attenzione è dedicata alla fase della ripartenza, alla sfida di avvicinare ogni cittadino ai servizi sanitari pubblici.

La pandemia è stato un evento epocale, inatteso e imprevedibile. È evidente che proprio per questo ha avuto un impatto notevole sulla società, innanzitutto per la perdita di vite umane e poi per tutte le conseguenze sanitarie, economiche, sociali e antropologiche che ne sono derivate.

Nel periodo gennaio – giugno 2021 questa Azienda ha avviato attività di analisi delle esigenze e problematiche sanitarie, sociali, economiche, occupazionali, connesse all’epidemia Covid-19 e delle possibili soluzioni da proporre per contrastare l’emergenza causata dall’epidemia; sulla base dell’operato si farà tesoro di ciò che è accaduto fino ad oggi per migliorare le risposte nei diversi ambiti maggiormente impattati dalla pandemia”.

Il dilagare della pandemia da Covid-19 ha messo in evidenza l’inadeguatezza del nostro sistema sanitario segnato ancora e troppo dalla mancanza di organizzazione e risorse. In questi mesi l’Azienda ha rincorso l’emergenza, riconvertito ospedali, assunto personale aggiuntivo e implementato posti letto, oltre che attrezzature, per far fronte al dilagare della pandemia. Questo ha comportato il blocco sostanziale di altre attività fondamentali a partire dagli screening oncologici e dalle prestazioni ordinarie per i malati cronici, cardiopatici, diabetici con l’interruzione delle nuove diagnosi e di visite specialistiche,

Quanto accaduto non può ripetersi.  Nuove pandemie o emergenze potrebbero verificarsi e come abbiamo imparato con il Covid-19 lo faranno senza dare alcun preavviso. Questo comporta l’esigenza di ridisegnare il sistema sanitario regionale a partire dall’abbattimento delle liste di attesa su cui tutti i piani predisposti sinora sono falliti o si sono rivelati fallaci, perché i malati cronici, i trapiantati, i malati oncologici hanno bisogno di cure e di esami diagnostici e non possono essere abbandonati dal sistema sanitario regionale come accaduto sinora.

Di seguito si riporta l’analisi delle attività poste in essere dall’Azienda ed i risultati raggiunti nel periodo in esame.

Il presente documento si compone di tre parti:
1. la verifica infrannuale degli obiettivi relativi al periodo gennaio- giugno 2021;
2. il monitoraggio infrannuale del budget operativo dei CdR aziendali relativo al periodo gennaio – giugno 2021;
3. il monitoraggio infrannuale del budget per conto Co.GE e per centro di spesa relativo al periodo gennaio – giugno 2021;
4. il monitoraggio dei costi sostenuti per l’emergenza COVID nel periodo in esame.


Staff UOC Controllo di Gestione ASP (Direttore: Dr. Giovanni B.Chiarelli)