Epato- bilio- pancreatica

Dipartimento Post Acuzie Continuità Ospedale Territorio - Direttore: Dr. Giuseppe Magno
Direttore UOSD - Dr. Vito Carretta - Tel 0972 - 39332

Personale Nominativo Telefono
Direttore Dr. Vito Carretta
0972/39332
Infermiere Giuseppe Gammone 0972/39332


AMBULATORIO PER LA VALUTAZIONE DELLA FIBROSI EPATICA

L’epatite cronica Virus C relata è una malattia che colpisce circa 200 milioni soggetti nel mondo con una variabilità di quadri clinici fino alla cirrosi epatica e\o epatocarcinoma.

La presenza di alcuni cofattori e/o comorbilità (coinfezione HBV , HIV, steatosi epatica, obesità, diabete ecc. .velocizza l’evoluzione della malattia verso forme più gravi. La terapia contro il virus C è stata effettuata, nell’arco di alcuni decenni, con l’utilizzo di Interferoni Peghilati e Ribavirina con conseguenti variabili percentuali di successo che sfiorava il 50%.

Dal 2013 sono in commercio nuovi antivirali, cosiddetti di seconda generazione (DAAs), con una percentuale di successo terapeutico vicino quasi al 100%. La valutazione della malattia epatica fino ad alcuni fa veniva determinata mediante la biopsia epatica , metodica invasiva , ancora gravata da minimi eventi avversi anche se effettuata da mani esperte.

Il Fibroscan

Da alcuni anni per tale valutazione si utilizza il Fibroscan. Il Fibroscan è una metodica di semplice e ripetibile esecuzione che valuta in maniera non invasiva la fibrosi del fegato.

Il Fibroscan è un apparecchio dotato di una sonda che appoggiata alla parete toracica , tra gli spazi intercostali, invia al fegato delle onde elastiche.

La velocità di propagazione di tali onde è direttamente proporzionale alla resistenza , elasticità e quindi alla durezza del fegato.Pertanto il Fibroscan valuta la fibrosi del fegato misurandone la durezza che viene espressa in KPa.

Più alto è il valore in KPa più grave ed avanzata è la fibrosi e quindi la malattia epatica . Esiste una buona correlazione tra i valori della elastometria tramite fibroscan e la fibrosi determinata con la biopsia epatica, pertanto è un esame molto utile ed essenziale nella gestione clinica del paziente epatopatico.Infatti, a tutt’oggi, la prescrizione dei farmaci antivirali ad azione diretta di seconda generazione (DAAs) è possibile nei pazienti che presentano una valutazione della fibrosi, anche se i criteri di inserimento per la terapia antivirale sono stati rivisti ed allargati per una platea di pazienti più larga.

Il giorno 20/2/2017 è stato consegnato e collaudato l’apparecchio Fibroscan alla UOSD Epato-Bilio-Pancreatica diretta dal Dr. Vito Carretta.

Per prenotazioni attività dell'ambulatorio e per la valutazione tramite Fibroscan: 

Mercoledì, dalle ore 12,30 alle ore 13,30 - tel.0972/39332